26/03/10

Pulizia quotidiana del viso

La pulizia del viso è una tappa di fondamentale importanza nella nostra routine quotidiana, deve essere un gesto fisso nella cura della nostra bellezza! Purtroppo si pensa, erroneamente, che la pulizia del viso sia importante soltanto per chi si trucca ma niente è più sbagliato di questa convinzione! Ogni giorno, infatti, la pelle del nostro viso è esposta continuamente a fattori esterni che possono essere causa di colorito spento, impurità, disidratazione, invecchiamento precoce... basti pensare all'azione degli agenti atmosferici, alle polveri sottili che ci sono nell'aria e allo smog delle grandi città che contribuiscono ad ostruire i pori e a causare l'insorgere di imperfezioni. Per comprendere meglio la portata di questo fenomeno, provate a fare un piccolo esperimento... alla fine di una giornata in cui siete state completamente senza trucco, provate a passare sul vostro viso un batuffolo di cotone con un pò di latte detergente. Vi renderete subito conto che il batuffolo apparirà completamente sporco... e pensare che fino ad un attimo prima quella sporcizia era proprio sulla vostra pelle!
E' importante pulire a fondo il proprio viso sia la mattina che la sera, prima di mettersi a letto.

DI MATTINA:
1. Il detergente
Per prima cosa bisogna lavare il proprio viso. Da usare la mattina io consiglio il gel detergente con risciacquo perché, oltre a liberare la pelle dai residui dei trattamenti della sera precedente e dal sebo che normalmente produce, offre una piacevolissima sensazione di freschezza che è un vero toccasana la mattina quando si è ancora un pò assonnate!
In commercio ci sono davvero tanti tipi di detergente, basta orientare la propria scelta verso quelli che sembrano soddisfare al meglio le nostre esigenze.
Per chi ha la pelle secca è importante scegliere detergenti che siano molto idratanti come, ad esempio, quelli a base di estratti di mandorla o miele in grado di garantire una detersione dolce ma efficace.
Per chi ha le pelle delicata, invece, è preferibile scegliere detergenti privi di sapone che possono irritare e seccare la pelle. Meglio orientare la propria scelta verso detergenti a base di iris e camomilla, ideali anche per chi soffre di couperose.
Anche chi ha la pelle grassa deve prestare particolare attenzione ai prodotti che utilizza perché l'uso di detergenti troppo aggressivi potrebbe indurre la pelle a produrre più sebo come sistema di autodifesa. Il sebo prodotto in eccesso ostruisce i pori causando la comparsa di imperfezioni oltre a donare il tanto odiato "effetto lucido". Molto diffuso nei detergenti indicati per le pelli grasse è l'utilizzo dello zinco minerale e dell'acido salicilico che svolgono una funzione antibatterica e sebo regolatrice.
Chi ha la pelle mista deve orientarsi verso detergenti indicati per le pelli normali/miste che spesso presentano principi attivi simili a quelli utilizzati per i detergenti specifici per le pelli grasse, ma in più contengono aloe e vitamina B5 note per le loro proprietà emollienti ed idratanti.

2. Il tonico
Importante far seguire alla detersione del viso, l'applicazione di un tonico che consente di idratare la pelle e di eliminare i resuidi di impurità e di cellule morte che possono alterare il colorito del viso, inoltre è una buona base per ottimizzare l'azione della crema idratante. I tonici contenenti alcol svolgono una funzione astringente efficace in caso di pori dilatati ma attenzione, questi tonici sono spesso aggressivi e non adatti non solo a chi ha la pelle delicata!

3. La crema idratante
Molte ragazze non utilizzano la crema idratante perché credono di avere un tipo di pelle che non necessita di questo trattamento. Niente di più sbagliato! La pelle ha sempre bisogno di idratazione anche per quanto riguarda le pelli più grasse. La differenza riguarderà la scelta della crema da utilizzare, infatti per chi ha la pelle grassa è consigliabile utilizzare dei gel oil-free che hanno una consistenza più leggera, sono opacizzanti e sebo regolatori. Non dobbiamo mai dimenticare che la crema non rappresenta solo una fonte di idratazione ma svolge un'importante funzione di protezione creando una sorta di "barriera" tra il nostro viso e gli agenti esterni. Le creme più moderne, infatti, contengono anche filtri UVA/UVB che proteggono dai danni provocati dai raggi del sole.
Alcune creme idratanti, tuttavia, possono rappresentare la prima causa dell'insorgere di impurità. E' il caso delle creme comedogeniche che ostruiscono i pori e determinano l'insorgere di comedoni. Solitamente le creme che contegono paraffina e siliconi causano questo inestetismo ma il modo migliore per valutare la loro efficacia è provarla sulla propria pelle in quanto considerare una crema migliore di un'altra, è spesso un fattore puramente soggettivo.

DI SERA:

Regola fondamentale: per chi è truccata, è necessario struccarsi sempre prima di andare a dormire. Anche quando il sabato sera si fanno le ore piccole, non bisogna mai andare a letto con il trucco sul viso! Piuttosto utilizziamo una salviettina struccante a cui far seguire un semplice risciacquo per rinfrescare meglio la pelle, senza fare un'approfondita pulizia del viso se proprio non se ne ha voglia. E' molto importante utilizzare per gli occhi degli struccanti specifici che siano privi di alcol e di consistenza oleosa per rimuovere anche le tracce più persistenti di trucco, tra cui quello waterproof. La pulizia del viso da effettuare la sera è simile a quella mattutina, io personalmente preferisco sostituire il gel detergente con un prodotto da applicare con un batuffolo di cotone come ad esempio il latte o l'acqua detergente per un trattamento meno strong. Tonico, crema idratante e poi... a letto! Struccate, deterse, idratate e molto più fresche!

TRATTAMENTI EXTRA:
A meno che la pelle non abbia una tendenza acnenica particolarmente accentuata per cui può risultare necessario consultare un dermatolgo, come trattamento extra io consiglio lo scrub e la maschera, entrambi da realizzare una volta alla settimana.
Lo scrub consente di effettuare una leggera esfoliazione che favorisce il ricambio cellulare dell'epidermide rimuovendo le cellule morte, per questo far seguire allo scrub l'applicazione della maschera può potenziare l'efficacia di quest'ultima.
Anche le maschere possono essere molto varie a seconda il tipo di pelle. Argilla per le pelli grasse, cetriolo o pompelmo per le pelli miste e albicocca per le pelli secche sono solo alcuni esempi di maschere che possiamo trovare in commercio.
Un consiglio... salvo casi eccezionali, scrub+maschera sono sufficienti una volta alla settimana, una volta ogni dieci giorni in caso di pelli delicate. Non occorre abusare di questi trattamenti perché, per quanto efficaci, se utilizzati con eccessiva continuità potrebbero risultare troppo aggressivi per la pelle!

.

3 commenti:

  1. brava, ottimi consigli per impostare la propria beauty-routine ;)

    RispondiElimina
  2. Già... a volte basterebbe davvero poco per curarsi un pò di più, purtroppo spesso la pigrizia ha il sopravvento! :-)

    RispondiElimina
  3. Ottimi consigli!!:)

    RispondiElimina